Tu sei qui

Arrotolato di tacchino arrosto

Per conquistare tutta la famiglia.

150min

Ingredienti

600 g di fesa di tacchino già stesa

4 uova

400 g di patate novelle

4 fette di mortadella

3 cucchiai di latte

1 cucchiaio di senape

1 cucchiaio di miele

1 bicchiere di vino bianco

5/6 foglie di erbette o bietole

2 cucchiai di trito di sedano, carota, cipolla

sale e pepe

olio evo

salvia fresca

Preparazione

  1. 1

    Stendete la fesa di tacchino e conditela con sale e pepe. Sbattete le uova con latte, sale, pepe e cuocete in una padella antiaderente con un filo di olio evo. Dopo pochi minuti girate la frittata e cuocete dall’altro alto. Stendete le fette di mortadella sulla fesa di tacchino, aggiungete la frittata eliminando le parti in eccesso e disponete le foglie di erbette private della parte più dura. Arrotolate e legate con uno spago. In una casseruola fate soffriggere il trito di verdure con 3 cucchiai di olio evo. Rosolate la carne in modo che risulti dorata su ogni lato e sfumate con il vino.

  2. 2

    Una volta evaporato aggiungete senape, miele e acqua calda in modo da coprire l’arrotolato fino a metà. Coprite e cuocete per circa 2 ore rigirando ogni 15 minuti.

    Nel frattempo pelate le patate, tagliatele a pezzetti e cuocete in acqua bollente salata per 5/8 minuti. Scolate e disponete in una teglia coperta con carta forno, un filo d’olio evo e salvia. Cuocete a 200° per circa 25 minuti o fino a quando risulteranno dorate.

    Togliete l’arrotolato dalla casseruola e fate riposare almeno 10 minuti prima di tagliare a fette. Servite con il fondo di cottura filtrato e patate arrosto.